L’Associazione Amici della Fondazione

Nata da un’idea di Ludovica Cantarutti con lo scopo, oltre alla manutenzione del parco,  di offrire un susseguirsi di intrattenimenti, soprattutto  nel periodo estivo e riferiti esclusivamente all’area del parco, non solo di svago, ma anche culturali. Dal 2016 al 2018 i programmi hanno proposto incontri letterari su argomenti specifici, dialoghi con autori, letture, racconti di storia, intrattenimenti musicali e di poesia, danzanti (danze ebraiche, la storia del tango con esibizione di ballerini, il ballo del giovedì), laboratori, occasioni di teatro e cene letterarie riferite a certi grandi personaggi storici, festival Tuareg ed altro. Non sono stati nemmeno tralasciati i giochi di società. 

In genere durante l’apertura del parco da maggio a settembre gli eventi erano sempre una cinquantina circa. 

Non solo, ma, ottemperando ad un bando regionale l’Associazione ha istituito un coro misto con l’intento di dare l’occasione ad alcune persone in pensione di rientrare in qualche modo nel circuito delle attività sociali della città e della provincia e in regione.

Nel parco sono state inoltre promosse alcune mostre fra le quali citiamo quella dello scultore Giorgio Igne, un momento di promozione culturale collocata negli stupendi scorci del parco della villa. Tutto questo con l’idea che ogni singolo atto della giornata possa essere supportato dalla cultura, attraverso la quale ogni individuo può trovare l’occasione per una diversa chiave di lettura.